Ultimo Aggiornamento:Dimanche 18 Juillet 2021
Home Venezia e la Laguna

Venezia e la Laguna
A - Venezia: Piazza San Marco, il cuore della città PDF Imprimer Email

Laguna di Venezia - Tour ClassicoPer chi ha poco tempo a disposizione e soprattutto è la prima volta che si reca a Venezia, la visita guidata deve assolutamente includere San Marco e la Piazza fino a Ponte dei Sospiri in Riva degli Schiavoni e procedere poi verso Rialto, la zona dei mercati. Al primo sguardo, è subito percettibile la potenza, l'eleganza e la grandezza della Serenissima, una Repubblica che ha governato ininterrottamente per mille anni e che ha avuto 120 Dogi, interessando studiosi di tutto il mondo fino ai giorni nostri.

La VISITA GUIDATA di Venezia partirà da Piazza San Marco e comprenderà un discorso introduttivo sulla storia della città e sulle vicende di famiglie o personaggi che si sono distinti nei secoli, i loro palazzi, le leggi e le punizioni. Gli usi e i costumi della città nella vita attuale. Si visiterà Piazza San Marco con il Palazzo Ducale, il Ponte dei Sospiri, la Torre dell'Orologio, la Basilica (tutti esterni), Riva degli Schiavoni per osservare la panoramica sulla Laguna: i giardini della Biennale, il Lido, San Giorgio e la chiesa del Redentore (del Palladio), la chiesa delle Zitelle, la Salute. Attraverso campi e campielli, si arriverà a Rialto per la panoramica sul Canal Grande e, attraverso le Mercerie, si concluderà la Visita Guidata in Piazza San Marco. 

NOTE:
- l'itinerario non prevede interni, salvo specifica richiesta
- tempi impiegati: 1h,45 min
- Per garantire il distanziamento, servizio effettuato con sistema radiomicrofonico 
réservation

 
B - Isole della Laguna PDF Imprimer Email

La Laguna VenetaIn Laguna ci sono ancora oggi moltissime isole che un tempo avevano ruoli importanti, sia difensivi che commerciali. Quelle attualmente abitate e visitabili sono: il Lido (particolarmente suggestivo con la sua storica stazione balneare, la cui fama è legata alla Mostra Internazionale del Cinema), Murano (con i suoi famosi vetri soffiati), Pellestrina, Burano (famosa per la lavorazione dei merletti e per le sue case coloratissime, fonte di ispirazione per numerosi artisti), Sant'Erasmo (con i suoi orti), Mazzorbo, le Vignole, Torcello (e la sua splendida Cattedrale con il mosaico del Giudizio Universale ma con soli 25 abitanti), Mazzorbetto e San Clemente.

Altre isole ospitano conventi: S. Giorgio Maggiore, S. Lazzaro degli Armeni (con la preziosa pinacoteca e
la raccolta di manoscritti), S. Francesco del Deserto, un'oasi di pace e ancora: S. Servolo, la Certosa,
il Lazzaretto Nuovo e S. Michele, il suggestivo cimitero dove, tra i tanti illustri, è sepolto Igor Stravinskij, Ezra Pound, Cesco Baseggio, Emilio Vedova, Emma Ciardi, Giuseppe Jappelli, Giuseppe Volpi conte di Misurata, Helenio Herrera, Luigi IX, Virgilio Guidi, lauretta Masiero,...

La VISITA GUIDATA delle isole della Laguna partirà da Riva degli Schiavoni per fare tappa a Burano e Murano e concluderà sempre in Riva degli Schiavoni

NOTE:
- l'itinerario classico prevede una tappa a Burano e a Murano con visita a una vetreria. Per altre isole, fare richiesta.
- tempi impiegati: 2h,45 min
- Per garantire il distanziamento, servizio effettuato con sistema radiomicrofonico 
réservation

 
C - Venezia: I luoghi delle epidemie PDF Imprimer Email

salute venezia1

Venezia, crocevia di importanti rotte commerciali, ha dovuto spesso fare i conti con le epidemie. Molti secoli furono interessati dalla peste: la peste nera, la peste bubbonica, il vaiolo, la spagnola,... Nel 1423 fu Venezia ad introdurre l'isolamento degli appestati nell'isola del Lazzaretto Vecchio, mentre nel Lazzaretto Nuovo (1468) dovevano fermarsi in quarantena quelli che arrivavano a Venezia da altre zone. Secondo la tradizione, Lazzaro era malato di lebbra e, per questo, i luoghi dove erano accolti gli appestati, si chiamavano lazzaretti. Come nel caso dell'Isola di San Lazzaro degli Armeni dove è ancora visitabile l'omonimo convento.

La VISITA GUIDATA prevede la Scuola Grande di S. Rocco, anch'egli patrono degli appestati, per ammirare i capolavori del Tintoretto. Quindi la Chiesa della Salute, capolavoro del Longhena costruito nel 1631 alla fine della peste.


NOTE:

- l'itinerario prevede l'ingresso con biglietto alla Scuola Grande e ingresso (gratuito) alla Basilica della Salute.
- tempi impiegati: 3h,15 min
- molti altri luoghi e artisti ricordano la peste, come la Chiesa Palladiana del Redentore con il Tintoretto e la Chiesa di      S. Sebastiano con il Veronese
- Per garantire il distanziamento, servizio effettuato con sistema radiomicrofonico
réservation  

 
«DébutPrécédent1234SuivantFin»

Page 1 sur 4
xnxx uporn.icu spycamera.club redrube tube8 xstarshub.com javfuck