Ultimo Aggiornamento:torsdag 15 november 2018
Home Dalla A alla Zeta

Dalla A alla Zeta
TIZIANO "L'ANNUNCIAZIONE" PDF Skriv ut Skicka sidan

tizianotrevisoTIZIANO: Annunciazione, 1520
olio su tavola 210x176

Il dipinto si trova all'interno della Cattedrale di Treviso, sul lato destro dell'altare maggiore,
nella Cappella Malchiostro, costruita all'inizio del sec. XVI dai Lombardo, una famiglia di scultori e architetti veneziani.
Broccardo Malchiostro era segretario del Vescovo Bernardo de Rossi (grande umanista e mecenate)
e proprio qui è sepolto circondato da pregevoli opere d'arte.
Questa Annunciazione non ha una composizione classica, rivoluziona l'iconografia spostando la posizione della Madonna e dell'angelo.
Sarà ispirazione per l'Annunciazione di Lorenzo Lotto a Recanati.

 
Andy Warhol PDF Skriv ut Skicka sidan

andy_3.jpg

 

Andy Warhol rappresenta uno geni artistici piu' influenti del XX secolo.
Come molte grandi personalita', seppe esprimersi ...
in una moltitudine di discipline: pittura, scultura, regia, sceneggiatura,
produzione cinematografica,...

Warhol ha avuto un profondo legame con Venezia e in questo periodo,
nel territorio Veneto si e' concentrata l'attenzione sullo studio del
grande artista. Ad Asolo...
a Jesolo 2014, a Venezia presso la Fondazione Cini,...

Nacque a Pittsburgh da genitori immigrati dalla Polonia e di origine
molto modesta.
Dimostro' subito un grande talento e, dopo la laurea, lo stimolante
ambiente newyorkese gli offri' molte opportunita'; dopo la prematura
morte, divenne l'artista piu' comprato e venduto al mondo dopo
Pablo Picasso.

Realizzo' tantissime opere , molte delle quali sono diventate delle icone.

Essere ritratti da Andy Warhole' la conferma dello status sociale di alcuni
personaggi dell'epoca.

La pop art diventa democratica, entra anche nei supermercati, diventa
un bene di consumo.

Sono opere provocatorie che ebbero un'estesa diffusione, anche
alimentata dall'aumento dei consumismo in seguito al boom economico;
portano Andy Warhol a simbolo dell'uguaglianza sociale;
l'inventore della pop art riesce ad avvicinarte e a vendere le sue opere
anche al consumatore medio che fino a quel momento era stato e si
sentiva escluso dal mercato artistico, rende accessibile l'arte a tutti,
liberandoloa dal ruolo elitario che fino a quel momento aveva assunto.

Con lo stesso spirito, rivisita grandi opere del passato, sperimenta altre
forme di comunicazione, crea attivita' d'avanguardia.

 Warhol.jpg

 
CHIESA DI SAN FRANCESCO sec. XIII PDF Skriv ut Skicka sidan

Chiesa Convento San Francesco TrevisoLa chiesa di San Francesco risale alla prima metà del 1200. Venne ampliata nel 1225 e ripetutamente restaurata e adattata dopo numerose vicissitudini tra cui un incendio nel 1386, la guerra di Cambrai nel 1509, l'invasione francese nel 1797, che portò alla dispersione delle pregevoli opere di pittura e scultura e delle tombe appartenenti alle nobili famiglie trevigiane. Attualmente ospita la tomba di Francesca, figlia del Petrarca e quella di Pietro, figlio di Dante Alighieri, entrambi morti a Treviso. L'interno, pur spoglio ed estremamente sobrio, è particolarmente suggestivo. La costruzione risulta asimmetrica per l'aggiunta della navata destra un secolo dopo l'edificazione della chiesa. Anche qui, come in San Nicolò, un gigantesco San Cristoforo: secondo una credenza popolare molto diffusa, si pensava che chi avesse guardato l'immagine dal santo, quel giorno sarebbe stato preservato da morte improvvisa o da altre disgrazie. Nella cappella dell'Immacolata vi è una “Madonna in trono con Bambino e Santi” affrescata da Tomaso da Modena.
EVENTI
PRESEPIO: 8 dicembre 2016 - 6 gennaio 2017
Nel Chiostro della chiesa viene allestito annualmente il tradizionale Presepe.
Durante tutto il periodo sono organizzati concerti di musica sacra resi particolarmente suggestivi dagli ambienti ronico-gotici della chiesa e dalla sua perfetta acustica.

 

 
PALAZZO DEI TRECENTO Sec. XIII PDF Skriv ut Skicka sidan

Palazzo dei TrecentoPiazza dei Signori è dominata dal Palazzo dei Trecento che si eleva maestoso culminando con la merlatura guelfa, mentre sulle facciate è ingentilito dalle meravigliose trifore. Costituisce uno dei più significativi esempi di architettura romanica. Nel 1553 la loggia sottostante venne ricavata dagli sventramenti degli uffici della podesteria e delle botteghe che vi si erano installate. Nei secoli successivi il Palazzo andò decadendo e subì radicali trasformazioni fino ad un restauro completo negli ultimi anni dell'800. Nel 1906 fu costruita la scalinata d'accesso da Piazza Indipendenza eseguita nel 1875 dallo scultore Vittoriese Luigi Borro, che precedentemente era in Piazza dei Signori. Nel 1944 fu gravemente danneggiato da un bombardamento aereo e quindi nuovamente restaurato, come testimoniato dal segno sulle pareti EST e NORD.
All'interno conserva alcuni affreschi coevi alla costruzione dell'edificio, altri di tarda derivazione veronesiana e quelli  che riproducono gli stemmi dei Podestà della città dal 1337 al 1642. Attualmente il Salone dei Trecento è sede del Consiglio Comunale.
EVENTI
FESTA DEL SANTO PATRONO: 27 aprile

La Tarvisium, la Pro loco di Treviso, organizza il Premio Citta' di San Liberale, che riconosce quanti abbiano reso onore, con il loro lavoro o creativita', la citta' di Treviso. Sono stati insigniti di questo premio figure importantissime quali Giovanni Comisso, Bepi Mazzotti, ... fino all'ultimo Marco Paolini.

 
«FörstaFöregående12NästaSista»

Sida 1 av 2