Ultimo Aggiornamento:Среда 05 Июня 2019
Home Eventi Speciali

Eventi Speciali
Treviso e i suoi occhiali PDF Печать E-mail

 

tommaso-da-modena-monaco-con-occhiali-a-stringinaso

MERCOLEDI 12 GIUGNO 2019 ore 20.45

CONFERENZA "TREVISO E I SUOI OCCHIALI - da Tomaso una storia lunga 700 anni"

 

La prestigiosa Società Iconografica Trevigiana organizza ed ospita un'interessante conferenza sulla storia degli occhiali. La relatrice, arch. Lucia Maria Benedetti, dopo due importanti mostre realizzate presso il Museo Diocesano di Treviso che presentavano documenti e tipologie di occhiali dalle origini fino ai giorni nostri, ha indagato sulla genesi di questo indispensabile strumento e sui possibili motivi per cui Treviso e il territorio Veneto in generale sono da sempre le capitali del distretto dell'occhiale. 

Ingresso Gratuito (non è necessaria la prenotazione)

la conferenza si terrà presso l'auditorium delle Scuole Stefanini a Treviso in Borgo Cavalli

 

 

 

 
I mosaici di San Marco PDF Печать E-mail

 

IMG 2550.1

SABATO 27 APRILE 2019 ore 10.30

 

Degli infiniti percorsi che si possono effettuare a Venezia, quello dei mosaici della
Basilica di San Marco è quello che sintetizza non solo religione ma anche politica,
economia e arte della città.

Circa 8.000 mq di mosaico rivestito di lamina d'oro. Una visita nella ricorrenza del Santo Patrono (25 aprile) che simboleggia e riassume il ruolo storico di Venezia e la sua protezione divina.

Il 25 aprile i Veneziano festeggiano il patrono S. Marco, il 27 aprile i trevigiani ricordano S. Liberale che alla storia di Venezia è strettamente legato.

E ... scopriremo la storia del BOCCOLO DI SAN MARCO!

Il percorso inizierà da Piazza San Marco alle ore 10.30 e concluderà alle ore 12.30

E' opportuno arrivare alle ore 10.15 per la distribuzione degli audioriceventi (il punto esatto verrà comunicato al momento dell'iscrizione).

Quota di partecipazione

€ 15,00 p.p. (€ 10,00 p.p. iscritti Guide Veneto, Soci Tarvisium Pro Loco, studenti fino ai 25 anni - € 8,00 ragazzi fino ai 14 anni, e 3,00 bambini fino ai 5 anni senza auricolari)
Comprensivi di: Visita Guidata, audioriceventi  e spese operative

Alle persone che fanno, in un unica soluzione almeno 15 iscritti, è riservata una gratuità 

Chiusura  preiscrizioni  Sabato 6 Aprile 2019

Info: Этот e-mail адрес защищен от спам-ботов, для его просмотра у Вас должен быть включен Javascript



 

 

 

 
Visita Guidata Gratuita a Villa Emo PDF Печать E-mail

villa emoSabato 23 Marzo 2019 ore 15.30

TROVIAMOCI A VILLA EMO, patrimonio dell'Unesco! 

Un incontro per avviare un PROGETTO di rilancio

La recente decisione di vendere Villa Emo a Fanzolo, quella che piu' di tutte e' stata realizzata come il Palladio l'aveva concepita e disegnata, fa molto riflettere. Siamo capaci di rilanciare il nostro territorio, gia' troppo contaminato da strutture industriali e da case senza armonia, allo stesso modo in cui si e' riusciti a superare la crisi del primo cinquecento attraverso la creazione della civilta' delle Ville Venete?

Alla fine del 1400, l'impossibilita' di sviluppare i commerci in Oriente a causa dei Turchi e la scoperta dell'America che sposta le vie dei mercati, induce la Serenissima a ripensare alla sua economia. I veneziani decidono di trasformarsi da navigatori a contadini, di cambiare la loro vita marinara, in vita di campagna. Bonificano il territorio, lavorano la terra e "trasferiscono" il loro palazzo in terraferma.
Non c'e' alcuna aulicita'. Rispetto a Venezia, lo stile, pur elegante, e' sobrio. Nasce un'azienda agricola d'avanguardia, dove la vita si regola con la mediazione tra otio e negotio, il tempo per leggere i filosofi antichi e l'organizzazione razionale del lavoro nel terreno da far produrre.

Villa Emo condensa i concetti di bellezza, funzionalita' e armonia tra architettura e paesaggio; tutti elementi cardine per le costruzioni del Palladio
Gli Emo, tra i nobili veneziani, si distinguono per le tante imprese in campo militare e nella vita pubblica della Serenissima. Furono i primi ad importare dall'America, la coltivazione del mais che contribui' a dar lavoro ai contadini e a migliorarne la qualita' della vita con un prodotto piu' nutriente rispetto al sorgo rosso che si produceva fino a quel momento.

Entrando in Villa Emo, dal grande salone centrale completamente affrescato, si domina tutta la campagna circostante; ci si trova all'interno e, nello stesso tempo, immersi nella natura. Le prime immagini ad affresco che il visitatore vede, sono la rappresentazione del buono e del cattivo governo. Proprietario e pittore, in questo caso Giambattista Zelotti, vogliono che questo sia il messaggio principale: l'attenzione al buon governo. Poi gli affreschi delle stagioni, per saper regolare i tempi della semina e del raccolto, essendo la Villa luogo principalmente di lavoro e, ancora, le arti liberali, per introdurre al momento della riflessione sulla bellezza.

Per la partecipazione:

è necessario preacquistare biglietto ingresso e auricolari:
€ 15,00

ridotto* € 10,00:
* studenti fino a 25 anni
* soci Italia Nostra
* ospiti del Centro Guide Turistiche

gratuito fino ai 14 anni

N.B. La cifra liberamente offerta relativa alla Visita Guidata, sarà destinata ad una BORSA di STUDIO per giovani studenti che riusciranno ad elaborare un progetto per rilancio e gestione di Villa Emo. Elaborato che potrà costituire il progetto pilota per altre Ville Venete

 

E' necessaria la prenotazione.
Preiscrizione tramite mail entro il 19.3.19 a: Этот e-mail адрес защищен от спам-ботов, для его просмотра у Вас должен быть включен Javascript
Per info  342.6138992

 

N.B. Stante l'interesse, si potranno aprire, nello stesso pomeriggio, altre fasce orarie di visita

 



 
Ghetto e Monte di Pietà PDF Печать E-mail

monte di pietàVenerdi 22 febbraio 2019 ore 16.30

Il Monte di Pietà di Treviso è stato uno dei primi in Italia. L'istituto era nato una trentina d'anni prima, nel 1462, a Perugia per volere dell'ordine francescano al fine di contrastare il fenomeno dell'usura ed era stato anticipato da lunghe pratiche di predicazione e processioni per determinarne la natura sacrale e, per questo, denominato Santo Monte o Sacro Monte di Pietà, con il simbolo del Cristo Passo. A conferma della sacralità dell'istituto e del luogo, c'è un documento dei Conservatori di Treviso datato 1548, che condanna e reprime tutti coloro che non rispettano il luogo con discorsi o parole turpi: esclusi dalla pratica dei pegni per sei mesi, venivano pubblicati i nomi dei bestemmiatori e condannati a diciotto mesi di prigione. 

A Treviso furono Bernardino Tomitano e il Vescovo Nicolò Franco ad avviare l'attività e a stabilirne la sede.

All’interno si trova la Cappella dei Rettori, pregevole ambiente che conserva affreschi del Fiumicelli, tele del Pozzoserrato e cuoi di Cordova. Il tema delle decorazioni alludono alla carità e alla provvidenza.

Conclusione ore 18.00 

Prenotazione obbligatoria tramite mail a Этот e-mail адрес защищен от спам-ботов, для его просмотра у Вас должен быть включен Javascript

Preiscrizione tramite mail entro Giovedi 31/1 ore 12.00 

Costo: € 18,00 cad (€ 15,00 soci Tarvisium Pro Loco)



 
«ПерваяПредыдущая12345678СледующаяПоследняя»

Страница 1 из 8